Pratite nas na Facebooku


Pratite nas na Twitteru

La medicina popolare

14.03.2003 - 09.06.2003






14 marzo - 9 giugno 2003 nel Museo etnografico dell'Istria


PlakatCon questa mostra ci siamo prefissi di presentare ad un pubblico piu ampio le nostre ricerche sulla medicina popolare delle quali ci siamo occupati nell'ambito di un progetto biennale. L'oggetto di studio e la medicina non ufficiale i cui praticanti, nel corso della storia, venivano perseguitati come le streghe, i pseudo-medici considerati guaritori, sono solo i due poli estremi in rapporto all'approccio e la percezione nei confronti di quelli che praticavano la medicina non ufficiale. Cio naturalmente non significa che dal punto di vista etnologico lo studio della medicina non ufficiale sia irrilevante; la medicina naturale non puo venir studiata come un fenomeno isolato: essa fa parte della storia della cultura di ogni popolo e cosi i risultati della ricerca svelano anche le altre peculiarita della vita di una determinata comunita.
L'approccio al tema della medicina popolare e stato quello di una categoria culturale che nei diversi periodi partiva da presupposti sociali, ideologici ed economici differenti. Duralte la ricerca studiavamo le varie prassi, credenze e attitudini nei confronti della malattia e della salute. Dato che si tratta di una tematica molto ampia, abbiamo esposto grosso modo quelle tradizioni che in passato esistevano sui nostri territori ed esistono ancor oggi, sia in citta che in paese.
Per una migliore visione del materiale, abbiamo classificato i guaritori a seconda delle tecniche da loro usate, mentre le medicine secondo gli ingredienti principali. Nonostante alcune tecniche fossero piu razionali, mentre le altre piu vicine alla magia o basate sulla fede, nella prassi tutti questi elementi s'intersecano facendo divenir inutile la distinzione del razionale dall'irrazionale nella medicina popolare. Abbiamo cercato di mostrare non soltanto il ruolo dei guaritori professionali ma anche quello della donna che all'interno della famiglia, prendendosi cura dei bambini e dei malati, ha dato il suo contributo alla salute e alla vita, e la cui importanza viene spesso dimenticata. Abbiamo tentato di elaborare la medicina popolare dalla prospettiva di quelli che svolgono la prassi medica. Abbiamo voluto inoltre sottolineare il carattere universale della medicina popolare e quello locale, a seconda del materiale a noi accessibile.

Una parte della mostra e stata dedicata alla Scuola della salute popolare "Andrija Štampar, fondata con i mezzi della fondazione Rockfeller che si proponeva di migliorare le condizioni igienico-sanitarie delle larghe masse popolari. L'attivita basilare della scuola era legata allo studio e all'insegnamento del popolo e con cio ha influito in gran parte a modificare le sue cattive abitudini igieniche favorendo l'acquisizione di una concezione moderna della salute e della malattia.
Non e nostra intenzione promuovere un tale sistema di cura, anche se alla mostra sono stati presentati vari metodi per trattare una serie di malattie con medicine naturali e testate appartenenti all'ambito della medicina popolare, ma accennare al rapporto dell'uomo nei confronti della salute, il suo ambiente naturale e sociale come pure alle varie concezioni per cui le malattie si manifestano, nonché la cura delle stesse, sia in passato che al giorno d'oggi.

La mostra e realizzata in collaborazione:


Eventi collegati

Corsi

19 marzo 2003 Pakiž Vladimir (Pisino)"Alternativno liječenje i primjena prirodnih preparata" (La cura alternativa e l'uso delle sostanze naturali)

18 aprile 2003 Franko Zgrablić (San Pietro in Selve) "Samoniklo ljekovito bilje u Istri i njegova primjena" (Le piante spontanee in Istria e il loro uso)

Laboratori per bambini d'eta prescolare e di scuola elementare (28 aprile 2003 - 16 maggio 2003)